fr en it
Recherche texte intégral
Contact Numéros utiles Tourisme Agenda Billetterie

  • BLOC MENU RUBRIQUE
  • id_bloc_conf : 218
  • id_bloc_def : 21
  • id_page_def : 10
  • id_page_conf : 9
  • id_xml_zone : 3
  • id_zone_def : 86
  • lang : fr

Un villaggio di tradizione ceramica

Il know-how tecnico di Vallauris ha attirato numerosi artisti venuti a scopire l’arte del fuoco. Due di questi hanno legato il loro nome in modo indelebile a quello di Vallauris : Picasso e più recentemente, Jean Marais. Informazioni utili per conoscerli nel contesto della città.

  • 'BLOC MENU ARTICLE{id_page_conf}{id_page_trad
  • id_bloc_conf : 218
  • id_bloc_def : 21
  • id_page_def : 10
  • id_xml_zone : 3
  • id_zone_def : 86
  • lang : fr

  • BLOC CORPS ARTICLE
  • id_bloc_conf : 210
  • id_bloc_def : 20
  • id_page_def : 10
  • id_page_conf : 9
  • id_xml_zone : 4
  • id_zone_def : 84
  • lang : fr

Città dell’argilla

Per sapere tutto sull’arte dei vasai : Dove è possibile vedere i maestri vasai all’opera ? Quali sono le mostre sulle collezioni e sulle recenti creazioni ? A chi rivolgersi per trovare produzioni diverse ?



La tradizione vasaia di Vallauris risale all’inizio della nostra era. Nell’epoca gallo-romana si utilizzavano già i suoi importanti giacimenti di argilla refrattaria per costruire mattoni e vasi.

Nel XVI secolo, il villaggio fu devastato dalla peste : 70 famiglie delle vicinanze di Genova, tra cui anche dei vasai, ripopolarono la città.

Tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX l’avvento della ferrovia consente l’aumento massiccio della produzione.

La crisi economica del 1930 e l’impiego di materiali più appropriati, quali alluminio, ghisa, inox, causano il declinare della terracotta culinaria verso la fine degli anni quaranta un cammino alquanto diverso : la ceramica artistica. Ha fatto la sua comparsa soprattutto con la famiglia Massier (fine XIX e inizio XX) con l’introduzione di smalti colorati e di riflessi metallici.

Nel 1946, con l’arrivo di Picasso e con la sua impressionante produzione di ceramiche presso il laboratorio Madoura, l’immagine di Vallauris come centro della terracotta da cucina lascia definitivamente il posto a quella di una città in cui artisti ed artigiani sembrano parlare la stessa lingua.

Oggi come ieri, troviamo a Vallauris delle ceramiche d’arte, pezzi unici,di fama internazionale, delle terrecotte da cucina e numerosi oggetti ornamentali.

Mostre temporanee

la Biennale della ceramica : nel 1966, i ceramisti di Vallauris decidono di fare un vero Centro Mondiale della Ceramica. Propongono dunque la creazione di un Concorso Nazionale riunendo i migliori artisti ed artigiani che lavorano in Francia. Quest’idea seduce molto rapidamente le alte personalità dell’Arte contemporanea tra cui André Malraux e Pablo Picasso, e di numerosi altri creatori, così che fin da 1968, il Concorso diventa internazionale. Cosi nacse la Biennale Internazionale di Ceramica d’Arte di Vallauris.

Visita ai laboratori dei maestri vasai
GIF - 11.7 ko

I vasai fanno scoprire la loro arte aprendo le porte dei loro laboratori e spiegando i processi produttivi.Dal lunedì al venerdi : programma delle visite su richiesta presso l’Ufficio di Turismo.

stage per imparare le tecniche di lavorazione della terra
GIF - 22.1 ko

é all’interno dell’ex complesso ceramico Grandjean che l’Ecole Municipale des Beaux-Arts (Scuola Comunale delle Belle Arti) propone durante l’estate corsi di ceramica (modellatura, lastre), tornitura e decorazione, raku (tecnica di cottura giapponese) per 30 ore settimanali dal lunedì al venerdì.

Calendario degli stage per bambini e adulti presso Ecole des Beaux-arts, Boulevard des Deux Vallons - Tel. 04 93 63 07 61





Cité balnéaire de la Cote d’Azur et Ville aux cent potiers tourisme mairie

Hôtel de Ville - Vallauris
Place Jacques Cavasse
Tél. 04 93 64 24 24

Mairie Annexe - Golfe-Juan
Avenue Aimé Berger
Tél. 04 93 63 86 93


Accueil du site | Plan du site | Mentions légales | Rss Flux RSS
Site officiel de la ville de Vallauris Golfe-Juan © 2017 | Contact